Ti complicherà la vita

IL CASO BRAIBANTI: UN FILM CHE SAREBBE UTILE VEDERE ANCHE NELLE SCUOLE

I

Un documentario interessante e necessario che racconta la storia di Aldo Braibanti. Artista poliedrico, intellettuale, ex partigiano, sperimentatore e, suo malgrado, capro espiatorio vittima di un “processo-farsa” durato ben 4 anni e conclusosi con la sua condanna nel 1968. 

Condannato per “plagio”

Unico in Italia condannato per il reato di “plagio” nei confronti del suo compagno, Giovanni Sanfratello, che per volere della famiglia venne praticamente prelevato con la forza da Roma e sottoposto a 

un grande numero di elettroshock e vari shock insulinici. Tutto questo contro la sua volontà, tenendolo isolato dai suoi amici, dai suoi avvocati e da chiunque avesse ascoltato le sue ragioni.

Parole di Moravia.

Nel documentario, scritto e diretto da Carmen Giardina e Massimiliano Palmese che parte dall’omonimo spettacolo teatrale, si ricostruisce bene la vicenda umana e intellettuale di Braibanti e Sanfratello, grazie anche alle testimonianze di Lou Castel, Elio Pecora, Alessandra Vanzi, Maria Monti, Dacia Maraini. 

Durante il processo che subì Braibanti molti intellettuali intervennero pubblicamente a suo favore, consci dell’importanza e delle ripercussioni sulla società di una tale, assurda, accusa. Tra questi Pier Paolo Pasolini, Elsa Morante, Alberto Moravia (appunto) e Umberto Eco.

Un genio straordinario. C’intendemmo subito […] Sapeva tutto delle formiche e di molte altre cose […] Uno dei miei tanti padri. Mi sentì un giorno che leggevo Campana. “Il più grande poeta italiano”, disse. M’insegnò con quella sua vocetta a leggere in versi, come marcare tutto, battere ogni cosa. Gli devo questo, tra l’altro. Non è poco. Progettavamo insieme come demolire la convenzione teatrale e letteraria italiana.

Carmelo Bene, in Vita di Carmelo Bene (fonte: Wikipedia)

“Il caso Braibanti – il film” ha iniziato il suo cammino

E sono certo che verrà apprezzato e sostenuto da molti che lo vedranno nei festival e ovunque verrà proiettato, ma sarebbe meraviglioso se, alla ripartenza di questo anno scolastico incerto, trovasse spazio anche nelle scuole italiane e fosse visto e commentato da professori e studenti.

Dopo un processo durato 4 anni, nel 1968, Aldo Braibanti viene condannato a nove anni, che in appello diventano sei. Scontò due anni di carcere e due gli furono condonati perché partigiano della resistenza.

fonte. Aldo Braibanti – Wikipedia

Il caso Braibanti – Pagina Facebook >

Qui l'autore

diego altobelli

Ossessionato dai dualismi anima e corpo, reale e virtuale, ragione e volontà, obladì obladà. Quando non è distratto dalla vita aggiorna questo blog. Ogni tanto scrive sceneggiature e racconti.

Ti complicherà la vita

Qui l’autore

diego altobelli

Ossessionato dai dualismi anima e corpo, reale e virtuale, ragione e volontà, obladì obladà. Quando non è distratto dalla vita aggiorna questo blog. Ogni tanto scrive sceneggiature e racconti.

Articoli recenti

Commenti recenti

Categorie

Cookie Policy Privacy Policy
diego chiocciola revolutionine.com